TUTTO CUBA 1
MARE, SOLE E STORIA

L'Avana > Vinales > Cienfuegos > Trinidad > Sancti Spiritus > Santa Clara > Varadero o Cayo Santa Maria
Una lunga strada taglia a metà estese piantagioni di tabacco, di rado si incontrano piccole case con tetto di paglia: questa la magia di Vinales. E poi le città coloniali e la storia del Che.

Un programma esclusivo, interamente svolto in italiano, comprensivo di trasferimenti e mezza pensione, riservato ai soli clienti Mappamondo.

Partenze giornaliere.

1° GIORNO - ITALIA > L'AVANA
Benvenuti a bordo. L’arrivo a L’Avana è in serata.

2° GIORNO - L'AVANA
(colazione, pranzo)
Fantastica L’Avana. Il sorriso della gente è il primo omaggio di questa città dove la vita non è semplice ma l’animo delle persone è sempre carico di entusiasmo. Lo si nota passeggiando in strada, mentre si visita la Habana Vieja, la città coloniale edificata dagli spagnoli nel 1500: Plaza de la Catedral, Plaza de Armas, Plaza de San Francisco de Asis, Plaza Vieja. Contenti di quel che hanno, che non è molto, i cubani sanno ugualmente esser felici e dove si apre un giardino o uno slargo, compaiono due chitarre e si sente una voce cantare. La visita prosegue nella zona moderna, con Plaza de la Revolucion, il museo del Rum, tempo a disposizione per un giro al caratteristico mercato locale. Sul Malecon si può anche andare da soli a vedere il tramonto. Pranzo e rientro in hotel nel primo pomeriggio.

3° GIORNO - L'AVANA > VINALES > L'AVANA
(colazione, pranzo)
Il vizio, lecito, del sigaro ha a Cuba la sua terra d’elezione. Nella Valle di Vinales, nella provincia di Pinar del Rio, si coltiva il miglior tabacco dell’isola e se ne ricavano prodotti straordinari. Visita in una fabbrica di sigari, con relativi acquisti. Attenzione alle piccole truffe di chi propone falsi a bassissimo prezzo, confezioni molto simili agli originali, ma dentro la scatola si trovano sigaracci. La Valle de Vinales non è soltanto tabacco: secondo alcuni i più bei panorami di Cuba sono proprio qui. La cittadina è sonnacchiosa, nelle strade si sente lo scalpiccio dei cavalli. Visita al Mural de la Prehistoria, lungo 180 metri, commissionato da Castro nel 1961 per illustrare, dal suo punto di vista, l’evoluzione dell’”uomo socialista”. Sosta alla Cueva del Indio (grotta dell’Indio), un sistema di caverne alte anche 90 metri.

4° GIORNO - L'AVANA > CIENFUEGOS > TRINIDAD
(colazione, pranzo)
Un bell’itinerario per arrivare a Trinidad passando per Cienfuegos, la Perla del Sur, situata su una meravigliosa baia. Per gli amanti della storia, la baia dei Porci, quella della tentata invasione della CIA nel 1959, è proprio da queste parti, poco lontana. A Cienfuegos, che nelle piacevoli architetture testimonia ancora un’antica influenza del neoclassicismo francese, si visita il Teatro Terry. Il viaggio prosegue verso Trinidad.

5° GIORNO - TRINIDAD
(colazione, pranzo)
Le viuzze acciottolate di Trinidad sono un incanto. E non soltanto perché le case hanno dolci colori pastello, ma anche perché la gente vive in strada, chiacchiera, suona, canta, mangia, beve, si sorride. I cubani sono così: preferiscono stare in compagnia all’aperto piuttosto che soli in casa. Costruita dagli spagnoli intorno al 1500, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, è uno splendido esempio di architettura coloniale. La visita comprende Plaza Mayor, un Museo della città, la chiesa della Santissima Trinità, la Casa del Alfarero (il ceramista) e sosta al bar “La Canchanchara”, famosa per il cocktail omonimo preparato con rum, miele, limone e acqua.

6° GIORNO - TRINIDAD > SANCTI SPIRITUS > SANTA CLARA > VARADERO O CAYO SANTA MARIA
(pensione completa)
Santa Clara è la città del Che, popolata di giovani che indossano il basco come faceva lui. La storia è passata di qui e si visitano il Mausoleo dedicato al “Comandante” e il treno blindato carico di 350 soldati che fu fatto deragliare dal Che e dai suoi 18 giovanissimi seguaci. Lo scontro a fuoco durò quasi due ore e la vittoria del Che segnò di fatto la fine del regime di Batista: era il  29 dicembre 1958. Prima di arrivare a Santa Clara, una breve visita di Sancti Spiritus, dove è nata la guayabera, la camicia con pieghettature verticali che in Messico si usa nei matrimoni. Dopo Santa Clara si va al mare, iniziano giorni di mare, bagni e relax.

dal 7° al 10° giorno - VARADERO O CAYO SANTA MARIA
(All Inclusive)
Varadero o Cayo Santa Maria, qualunque sia la scelta, le meraviglie del mare cubano sono assicurate. Come il relax: spiagge bianche, acqua azzurra e tiepida, buona musica, qualche sigaro, per chi fuma, un po’ di rum, per chi lo apprezza, serenità

11° GIORNO - VARADERO O CAYO SANTA MARIA > L'AVANA > ITALIA
(colazione)
Comincia il viaggio di ritorno. Trasferimento all’aeroporto di L’Avana e partenza per l’Italia.

12° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa.


TI POTREBBE INTERESSARE


SAPORE CUBANO
L'Avana > Las Terrazas > Guama > Cienfuegos > Trinidad > Santa Clara
Un eco-villaggio fondato nel 1968: oggi Las Terrazas è protetta dall’Unesco come riserva della Biosfera della Sierra del Rosario. E poi la coloniale Trinidad, Santa Clara e la storia del Che. Viaggio affascinante!

Sono previsti la guida multilingue in italiano, la mezza pensione e tutti i trasferimenti.
PENNELLATA CUBANA
L'Avana > Vinales > Cayo Levisa > Soroa > Las Terrazas > L'Avana
La zona occidentale della Isla Grande racconta la storia delle coltivazioni di tabacco a Vinales, ma lascia spazio anche a un bel bagno rilassante a Cayo Levisa.

Sono previsti la guida in italiano, la mezza pensione e tutti i trasferimenti.
FANTASIA CUBANA
L'Avana > Guama > Trinidad > Cienfuegos > Varadero, L'Avana o Cayo Santa Maria
Un itinerario alla scoperta del centro dell'Isola, della storia e delle affascinanti città coloniali.

Sono previsti la guida multilingue in italiano e tutti i trasferimenti.

OFFERTE IN EVIDENZA

È BENE SAPERE CHE








ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Reg. "UE 2016/679" per l'iscrizione alla newsletter e il ricevimento di offerte e promozioni commerciali. Leggi Informativa Privacy Policy