ALL'OMBRA DELLE PAGODE


VIETNAM E CAMBOGIA
Hanoi > Ninh Binh > Halong Bay > Hoi An > My Son > Hue > Ho Chi Minh > Ben Tre > Cu Chi > Siem Reap > Angkor Wat
Un viaggio, due Paesi. L'Asia della ricca storia vietnamita, dei tunnel di Cu Chi e della meravigliosa baia di Halong si unisce alle splendide meraviglie cambogiane come Angkor Wat, Patrimonio dell'Umanità.

MAPPAMONDO RESPECT: IN QUESTO TOUR NON UTILIZZIAMO BOTTIGLIE DI PLASTICA
Ad ogni passeggero viene regalata una bottiglia di alluminio che si può riempire su ogni mezzo di trasporto e negli alberghi. Per questo tour risparmieremo circa 2.000 bottiglie d'acqua ogni anno.

Sono previsti la guida in italiano e tutti i trasferimenti.

PARTENZE 2024:
Gennaio 8, 15, 22, 29
Febbraio 12, 19, 26
Marzo 4, 11, 18, 25
Aprile 1, 8, 15, 22, 29
Maggio 13, 27
Giugno 10, 24
Luglio 8, 22, 29
Agosto 5, 12, 19
Settembre 2, 16
Ottobre 14, 28
Novembre 4, 11, 18, 25
Dicembre 2, 9, 15, 22, 29

1° GIORNO - ITALIA > HANOI
Benvenuti a bordo.

2° GIORNO - HANOI
(cena)
All'arrivo in aeroporto incontro con il nostro assistente, trasferimento in albergo e mattinata libera. Nel pomeriggio sembrerà di tornare indietro nel tempo, è infatti prevista una piacevole passeggiata, 45 minuti circa, in risciò tra le vivaci stradine del Quartiere dei 36 Mestieri, il quartiere storico della città. Un luogo ricco di fascino e storia dove gioiellieri, artigiani e commercianti allestiscono le loro bancarelle. Piacevole anche per un po' di shopping. Quindi passeggiata intorno al lago Hoan Kiem: camminare è il modo migliore per vivere una città che non si conosce, sentirsi protagonisti e non soltanto spettatori. La guida non solo accompagna, ma sa intrattenere piacevolmente illustrando storia e segreti della città. Infine visita del tempio di Ngoc Son, su un isolotto al centro del lago. Si raggiunge attraversando un elegante ponte rosso in legno.

3° GIORNO - HANOI
(colazione, pranzo)
Sperimentare la cucina di un Paese è un modo immediato e piacevole per capire dove ci si trova. E allora si va nella tranquillità di una grande e antica casa dove, guidati da un cuoco professionista e dai suoi assistenti, si cucinano piatti tradizionali. Un autentico e divertente corso di cucina di tre ore: le pietanze realizzate saranno servite durante il pranzo. Tranquilli, in tavola ci saranno anche altre sorprese preparate dallo chef. Nel pomeriggio visita di Hanoi con il Tempio della Letteratura, che è stata la prima Università del Vietnam. C'è tempo anche per un'esperienza più intensa, profondamente legata alle tradizioni e alla spiritualità: si prende parte a un rituale religioso che prevede la bruciatura di piccoli bastoncini d'incenso, "le thap huong", come si dice da queste parti. I sottili fili di fumo che salgono verso l'alto sono un ponte tra la terra e il cielo che riunisce il mondo terreno ai cari defunti o alle divinità. Non è raro imbattersi in uomini e donne fermi davanti a un tempio con in mano l'incenso fumante: è un momento carico di emozioni che si può scegliere di vivere in gruppo o per conto proprio. Per finire, il Museo Etnografico, per lasciarsi affascinare dalle tradizioni di oltre cinquanta gruppi etnici che convivono pacificamente in questa terra meravigliosa.

4° GIORNO - HANOI > NINH BINH
(colazione, pranzo)
In Vietnam il senso di comunità è molto forte ed è interessante visitare piccoli centri, custodi dell'anima più autentica del Paese. Ninh Binh è una provincia nella regione del Fiume Rosso, dove si arriva in un paio d'ore. Trasferimento al molo di Tam Coc e passeggiata in bici per otto chilometri, circa un'ora, lungo il Fiume Boi. Ed ecco i paesaggi da cartolina del Vietnam che si sogna: nella Riserva Naturale di Van Long, su piccole barche a remi, traversata tra risaie, picchi rocciosi, specchi d'acqua. Si pranza in una casa di Tam Coc, dove si ha l'occasione di imparare a conoscere le usanze e le tradizioni del Vietnam rurale. Nel pomeriggio si parte per Hoa Lu, località nota per la natura lussureggiante e le caratteristiche formazioni rocciose. Quindi visita al tempio dei re Dinh e Le, del regno Dai Co Viet.

5° GIORNO - NINH BINH > HALONG BAY
(pensione completa)
La grande giunca in legno con le enormi vele spiegate - va a motore, ma così è più bella - aspetta ad Halong, la baia che l'Unesco ha dichiarato Patrimonio dell'Umanità, a 200 chilometri da Ninh Binh, circa quattro ore e mezzo di auto. Crociera tra gli oltre tremila isolotti di pietra calcarea che svettano dalle acque color smeraldo: secondo la leggenda sarebbero la coda di un drago nascosto nelle acque per proteggere il suo popolo. Dopo il pranzo, per chi lo desidera, è possibile prendere parte all’esplorazione delle grotte della zona in kayak o su un sampan di bambù. Cena e pernottamento a bordo.

6° GIORNO - HALONG BAY > HANOI > DANANG > HOI AN
(colazione, brunch, cena)
L'alba colora di rosso le acque della baia, villaggi su palafitte disegnano ombre affascinanti, fughe di faraglioni si rincorrono all’infinito in un gioco di chiaroscuri. Prospettive fantastiche al risveglio. Attraversando distese di risaie lungo il delta del Fiume Rosso, ci si ferma al villaggio di Yen Duc per assistere allo spettacolo di marionette sull’acqua: una tradizione antica con la quale i contadini si esprimono artisticamente raccontando la vita nei campi. Arrivo ad Hanoi e volo per Danang. All'arrivo in aeroporto incontro con l'autista, poi in auto in albergo a Hoi An in tempo per la cena.

7° GIORNO - HOI AN
(colazione, pranzo)
Prima un giro nella città vecchia, poi in bicicletta alla scoperta del villaggio di Tra Que, area rurale dove si coltivano erbe aromatiche. Affascinante poter osservare da vicino i contadini mentre piantano e raccolgono i loro prodotti. Il pranzo ci avvicina alla cultura di questa meravigliosa città, Patrimonio dell'Unesco nel cuore del Paese: sei portate, tutte tipiche della zona, tra cui i caratteristici Tam Huu, spiedini di maiale e gamberetti. Prima di rientrare in albergo a Hoi An, ci si rilassa con il "foot massage", una tecnica antica molto apprezzata in Asia. Pomeriggio libero.

8° GIORNO - HOI AN > MY SON > DANANG > HUE
(colazione, pranzo)
My Son è il più importante centro archeologico Cham del Vietnam centrale, è stato dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. In mattinata, si visitano gli antichi templi che risalgono al IV secolo. Nel pomeriggio si parte per Hue attraversando il Passo di Hai Van, in vietnamita vuol dire "il mare di nuvole". Panorama spettacolare. Nel pomeriggio gita in barca sul Fiume dei Profumi, navigando lenti tra i fiori di loto che galleggiano sull'acqua. Si lascia alle spalle il caos della città e si raggiunge il locale Hue Inn Side Out. Una rinfrescante brezza e la vista sulla pagoda Thien Mu, fanno da cornice per un piacevole aperitivo. Rientro in albergo in serata.

9° GIORNO - HUE > HO CHI MINH
(colazione, pranzo)
La giornata inizia con la visita della Cittadella Imperiale, una città nella città che fu roccaforte dell'imperatore Gia Long nel corso del XIX secolo e che oggi è stata riconosciuta dall'Unesco come sito patrimonio dell'umanità. Insieme alla guida si visita uno dei tre mausolei principali della famiglia imperiale Nguyen. Sono stati costruiti tra il XIX e l'inizio del XX secolo utilizzando i materiali più pregiati per diventare le "case eterne" degli imperatori Minh Mang, Tu Duc e Khai Dinh. Si prosegue fino a raggiungere una pagoda poco distante da Hue dove ci si ferma per un delizioso pranzo vegetariano tradizionale. C'è anche tempo per scambiare due chiacchiere con un monaco sullo stile di vita dei vietnamiti, così profondamente influenzato dalla spiritualità. Nel pomeriggio un salto in un passato che sembra scomparso: si assiste alle antiche tecniche degli artigiani che lavorano la carta, ci sarà anche occasione per provare a cimentarsi nella realizzazione dei fiori di loto con l'arte degli origami, un piccolo souvenir da riportare a casa. Il fiore di loto è infatti uno dei simboli del Vietnam, sarà un personale e prezioso ricordo del viaggio. In serata, trasferimento in aeroporto, si vola a Ho Chi Minh.

10° GIORNO - HO CHI MINH > BEN TRE > HO CHI MINH
(pensione completa)
In mattinata si parte per Ben Tre, sul delta del Mekong. All'arrivo visita ad una produzione artigianale di mattoni a Phong Nam. Quindi, navigando il fiume Chet Say, uno degli affluenti del Mekong, si può conoscere da vicino la vita quotidiana delle tribù locali. Visita ad un villaggio per provare di persona l’arte della tessitura a mano dei tappeti e a seguire si visita il villaggio a bordo di uno xe loi, un risciò motorizzato, o, per chi lo preferisce, in bicicletta. Pranzo tipico a base delle specialità della regione: si assaggia il “pesce dalle orecchie d'elefante” e i gamberetti d'acqua dolce. Nel pomeriggio si rientra ad Ho Chi Minh navigando lungo gli stretti canali affluenti del Mekong a bordo di un sampan. All'arrivo tour della città a bordo di un bus a due piani per vedere lo skyline della città passando per i principali luoghi d’interesse. Per finire passeggiata per le vie della città fino a raggiungere il ristorante dove si cena.

11° GIORNO - HO CHI MINH > CU CHI > HO CHI MINH > SIEM REAP
(colazione, pranzo)
Ricordi di guerra per una giornata che comincia con i tunnel di Cu Chi, una straordinaria rete di passaggi sotterranei che rendeva invisibile una vera e propria città con alloggi dove vivevano i vietcong. Alcuni tunnel sono stati allargati e resi praticabili anche per gli occidentali, più robusti dei vietcong. All'interno si gattona, durata minima trenta secondi. Dopo il pranzo, rientro a Ho Chi Minh e trasferimento in aeroporto, si vola a Siem Reap. Welcome to Cambogia! Trasferimento in albergo.

12° GIORNO - ANGKOR WAT > TA PROHM > SIEM REAP
(pensione completa)
In mattinata si visita Angkor Thom, lo straordinario Bayon, Baphuon, la Terrazza dell’Elefante e del Re Lebbroso e Angkor Wat. Lascia davvero senza fiato. Considerata l’ottava meraviglia del mondo, è di certo una delle opere dell’uomo più incredibili, per bellezza, vastità, soluzioni tecniche, cura dei dettagli. Poi cambia l’atmosfera: le radici degli alberi aggrappate come dita disperate alle mura del tempio, è il Ta Prohm, avvolto e quasi prigioniero della vegetazione. Ci si sposta di pochi chilometri per addentrarsi nella campagna cambogiana e rilassarsi con un aperitivo al tramonto: il cielo si colora, il giorno lascia il posto al crepuscolo. Indimenticabile. Si torna a Siem Reap, cena e spettacolo di danze tradizionali Apsara. I costumi del ruolo di Apsara si basano sui Devata raffigurati sul bassorilievo di Angkor Wat, le donne indossano un sampot sarabap: un broccato di seta, spesso cucito a mano.

13° GIORNO - SIEM REAP
(colazione, pranzo)
Giornata dedicata alla scoperta delle tradizioni e della quotidianità nella campagna cambogiana. Ci si sposta in tuk tuk attraversando risaie, fattorie e piccoli villaggi rurali. Prima sosta nella casa di un piccolo villaggio dove una famiglia cambogiana ci invita a partecipare alla preparazione degli spaghetti di riso: servono per cucinare il delizioso e tipico Nom Bahn Chok, sarà il pranzo di oggi. Dopo aver osservato da vicino la lavorazione dello zucchero di palma, si arriva alla Pagoda per ricevere la benedizione dei monaci. La guida racconta la storia e il significato di questa cerimonia buddista, al termine della quale viene legato un bracciale rosso al polso dei partecipanti per allontanare le negatività e accogliere fortuna, salute e protezione spirituale. Dopo pranzo si sale di nuovo sul tuk tuk per raggiungere il tempio Banteay Srei, che in lingua khmer significa “la cittadella delle donne”. È costruito in arenaria rossa ed è in grado di riflettere la luce del pomeriggio in modo unico. In serata rientro a Siem Reap.

14° GIORNO - SIEM REAP
(colazione)
Tempo a disposizione fino al trasferimento in aeroporto.

15° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa. 


TI POTREBBE INTERESSARE


TUTTO VIETNAM 1
I RICORDI DELLO ZIO HO
Hanoi > Halong Bay > Hoi An > Danang > Hue > Ho Chi Minh
Da Hanoi a Ho Chi Minh, l'antica Saigon, un viaggio da nord a sud attraversando un Paese poetico e martoriato dalla storia. Ora è una terra libera e unita.


MAPPAMONDO RESPECT: IN QUESTO TOUR NON UTILIZZIAMO BOTTIGLIE DI PLASTICA
Ad ogni passeggero viene regalata una bottiglia di alluminio che si può riempire su ogni mezzo di trasporto e negli alberghi. Con questo tour evitiamo l'utilizzo di circa 3.000 bottiglie di plastica ogni anno.

OFFERTE IN EVIDENZA

LO SAPEVI?

banner
banner
banner
banner
banner

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Reg. "UE 2016/679" per l'iscrizione alla newsletter e il ricevimento di offerte e promozioni commerciali. Leggi Informativa Privacy Policy