TUTTO OMAN 2
Le vie del sultano

Muscat > Nizwa > Jabrin > Wadi Shab > Sur > Muscat
Un viaggio lungo la costa orientale fino a Sur in 4x4, poi Nizwa con il mercato del bestiame, il vivacissimo suk, una delle moschee più antiche del mondo e il forte preislamico.

Partenze a date fisse, guida in italiano

1° GIORNO - ITALIA > MUSCAT
Benvenuti a bordo. All’arrivo a Muscat le formalità doganali si sbrigano rapidamente: subito dopo il ritiro dei bagagli trasferimento in albergo e tempo libero.

2° GIORNO - MUSCAT
(colazione)
Benvenuti a Muscat, la più piccola capitale del mondo, estesa per appena 3 chilometri quadrati. Città deliziosa, punteggiata da eleganti edifici e suggestive moschee. Proprio alla Grande Moschea è la prima visita di questo viaggio: le donne devono indossare abiti lunghi e velo, gli uomini devono avere maniche e pantaloni lunghi. Il resto del giorno è a disposizione, per rilassarsi in albergo o per cominciare a prendere confidenza con la città. Al tramonto è molto piacevole una passeggiata lungo la Corniche di Muscat: l’Oman, d’altronde, è un’affascinante crocevia fra penisola arabica, Africa ed Asia, è la terra di oro, incenso e mirra che da sempre è incontro di rotte e guarda il mare come via di comunicazione e risorsa per la vita di tutti i giorni. Cena libera, è consigliabile provare l’haris, piatto molto apprezzato della cucina omanita: la ricetta tradizionale prevede grano al vapore, carne bollita, squalo essiccato con succo di limone, peperoncino e cipolle. Impegnativo.

3° GIORNO - MUSCAT
(colazione, pranzo)
Il mercato del pesce, il Seeb suk, situato lungo la costa, ha sempre un’animazione particolare. Più tranquillo è il Forte Bait Na’aman, datato XVII secolo, trasformato in una bella residenza di campagna dove si può vedere come vivevano l’Imam e la sua famiglia. Un po’ di tempo per lasciarsi conquistare dalla natura omanita, tra palme da datteri e sorgenti, che sono anche un luogo di incontro per le popolazioni locali. Si resta affascinati nel vedere sistemi di irrigazione nel bel mezzo del deserto: sono gli Aflaj, nel 2006 dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, lunghi canali che si estendono per molti chilometri dove le acque scorrono tutto l’anno.Visita al pittoresco villaggio di Nakhl, dominato da uno dei forti più suggestivi di tutto il paese, arroccato su uno sperone roccioso. Divertente la sorgente calda che si trova nelle vicinanze. Pranzo picnic prima di tornare in albergo.

4° GIORNO - MUSCAT > NIZWA
(colazione, pranzo)
Il profumo più caro al mondo, l’Amouage, si produce in Oman. Insolita visita alla fabbrica di questa essenza realizzata con oltre 100 componenti, tra cui il famoso incenso del Dhofar. L’itinerario di oggi prevede l’arrivo a Nizwa, nota per il suo suk e i prodotti artigianali: i khanjars, soprattutto, i pugnali ricurvi, realizzati in argento e oro. Visita al villaggio Birkat Al Mauz e al Round Tower Fort, costruito nel XVII secolo.

5° GIORNO - NIZWA > JABRIN > MUSCAT
(colazione, pranzo)
Direzione Jabrin e, lungo la strada, sosta fotografica al Bahla Fort, Patrimonio dell’Umanità. A Jabrin visita al castello costruito nel 1675 dall’Imam Sultan Bil’Arab, uno dei più belli di tutto l’Oman. Proseguimento per Al Hamra, uno spettacolare villaggio con le case costruite in stile yemenita, perfettamente conservate. Prima del pranzo visita al museo Bait Safah. Nel pomeriggio, le rovine del villaggio Tanuf e rientro a Muscat.

6° GIORNO - MUSCAT
(colazione)
Mattinata con tempo a disposizione per dedicarsi allo shopping o al relax. Come da tradizione araba a Muscat nessun edificio è più alto della torre del Muezzin, nessun tetto inclinato, sabbia e bianco sono i colori predominanti nelle costruzioni. Una capitale affascinante che si attraversa in fretta, senza problemi di traffico. Lo si vedrà poi nel pomeriggio, con il tour guidato che comincia nella zona residenziale di Shatti Al Qurum e prosegue con la visita al Museo Bait Al Zubair dove sono ben narrate la storia e lo sviluppo dell’Oman. All’esterno del palazzo di Al-Alam, residenza del Sultano, è previsto uno stop fotografico prima di arrivare a Muttrah, che ha un suggestivo suk, ricco di atmosfera, oltre che di tentazioni di shopping, una vera mecca per chi ama curiosare fra i tantissimi articoli in vendita. Si passeggia in un labirinto ricoperto da foglie di palma. Bellissimi, anche se difficili da portare a casa, gli antichi mandu, i cassettoni da dote.

7° GIORNO - MUSCAT > WADI SHAB > SUR > MUSCAT
(colazione, pranzo)
Giornata avventurosa a bordo di un’auto 4x4 mezzo di trasporto ideale per vivere l’esperienza di tutte le bellezze dell’Oman e percorrere in tranquillità anche strade non del tutto asfaltate. Un’oretta di viaggio attraverso splendidi panorami costieri e si arriva Quriyat, un villaggio di pescatori con forte, torri di guardia e una bella spiaggia. Tappa successiva è a Bimah Sinkhole, dove si può nuotare in una dolina calcarea, un cratere di 40 metri per 20, con acque verde azzurro. Wadi Shab, una delle principali attrattive del paese, è la prossima tappa. Pozze d’acqua color turchese, cascate, piantagioni terrazzate, boschetti di oleandri rosa: uno spettacolo assoluto. Proseguimento verso Sur, cittadina costiera con una ricca storia. Visita al Sineslah Fort e, lungo la strada per rientrare a Muscat, stop fotografico alla tomba di Bibi Miriam, dove si fermò anche Marco Polo, il quale rimase affascinato da quella che ai tempi si chiamava “Città di corallo” e di cui ora è rimasto soltanto il Mausoleo di Bibi Miriam.

8° GIORNO - MUSCAT > ITALIA
(colazione)
L’avventura finisce qui, arrivederci Oman. 

9° GIORNO - ITALIA
Bentornati a casa.


TI POTREBBE INTERESSARE


OFFERTE IN EVIDENZA

PENSATI PER TE




ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Reg. "UE 2016/679" per l'iscrizione alla newsletter e il ricevimento di offerte e promozioni commerciali. Leggi Informativa Privacy Policy